La qualificazione del posatore di sistemi radianti e del carpentiere di elementi in legno

16 Apr 2019

Si amplia ulteriormente la famiglia di norme UNI riguardanti le figure professioni operanti in campo edile la cui professione non è però organizzata in ordini o collegi (regolamentate in Italia dalla Legge n° 4 del 14 gennaio 2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”).

L’Ente Italiano di Normazione (UNI) sta svolgendo negli ultimi anni in un inteso lavoro di normazione nell’ambito della formazione e qualificazione di queste figure professionali e ha previsto sul proprio sito internet un’apposita sezione “Normazione e professioni non regolamentate” su questo argomento.

 

Le ultime due norme pubblicate riguardano due figure chiave nell’ambito dell’edilizia:

  • UNI 11741:2019 - Installatori di sistemi radianti idronici a bassa differenza di temperatura - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza;

  • UNI 11742:2019 - Carpentiere di elementi e strutture di legno - Requisiti di conoscenza, abilità, competenza.

 

La norma UNI 11741:2019 definisce i requisiti per gli installatori di sistemi radianti a bassa differenza di temperatura a pavimento, a parete e a soffitto abbinati a strategie di regolazione, sistemi di deumidificazione e controllo della qualità dell’aria ambientale, con funzionamento invernale ed estivo. Essa richiama la serie delle norme di progettazione più comunemente utilizzate, ovvero la UNI EN ISO 11855 “Progettazione dell'ambiente costruito - Progettazione, dimensionamento, installazione e controllo dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento radianti integrati” e la UNI EN 1264 “Sistemi radianti alimentati ad acqua per il riscaldamento e il raffrescamento integrati nelle strutture”.

La norma UNI 11741:2019 individua due livelli di qualificazione: base, corrispondente al livello 3 del Quadro Europeo delle Qualifiche EQF, e avanzato, corrispondente al livello 5 del Quadro Europeo delle Qualifiche EQF. Per ogni livello sono individuati i compiti dell’installatore e i relativi requisiti da soddisfare, esplicitati nella norma in termini di conoscenze, abilità e competenze. La valutazione per ottenere il patentino dell’installatore è eseguita sulla base dell’analisi del curriculum, di esami scritti e orali e di una prova pratica; la valutazione è svolta da parte di organizzazioni, quali ad esempio gli organismi di certificazione delle persone accreditati ai sensi della norma UNI EN ISO 17024, aventi i requisiti elencati nella norma.

 

La norma UNI 11742:2019 definisce i requisiti relativi alla professione del carpentiere di elementi e strutture in legno, operante nelle attività di cantiere che includono la posa in opera ed eventuali altre lavorazioni in conformità ai disegni costruttivi. La norma individua due livelli di qualificazione, carpentiere generico e carpentiere specializzato (capo squadra), e per ciascun livello i rispettivi compiti e relativi requisiti da soddisfare, in termini di conoscenze, abilità e competenze.

La valutazione per ottenere il patentino in questo caso deve eseguita almeno sulla base dell’analisi del curriculum, di esami scritti e orali e di una prova pratica; sono opzionali le valutazioni basate su simulazioni di situazioni reali operative (role play) e sull’analisi dei lavori effettuati in passato. La norma dice infine che per quanto riguarda la valutazione e convalida dei risultati dell’apprendimento, la certificazione di conformità alla norma UNI 11724 è in capo agli organismi di certificazione delle persone accreditati ai sensi della norma UNI EN ISO 17024.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Archivio