Pubblicata la norma UNI 11673-2 sulla certificazione del posatore di serramenti

A circa 6 mesi dal termine dell’inchiesta pubblica finale, sono state pubblicate lo scorso 26 settembre le parti 2 e 3 della norma UNI 11673 sulla posa in opera dei serramenti.

La norma UNI 11673-2 “Posa in opera di serramenti - Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del posatore di serramenti” si aggiunge alle norme riguardanti le figure operanti in campo edile la cui professione non è organizzata in ordini o collegi (regolamentate in Italia dalla Legge n° 4 del 14 gennaio 2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”) e definisce i requisiti relativi all'attività del posatore di serramenti, ossia del soggetto operante professionalmente nell'ambito della posa in opera in edifici sia di nuova costruzione sia esistenti, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF).

 

A questo proposito, la norma prevede tre livelli di specializzazione del posatore:

  • installatore/posatore junior (livello 2 del Quadro Europeo della Qualifiche EQF);

  • installatore/posatore senior (livello 3 del Quadro Europeo della Qualifiche EQF);

  • installatore/posatore caposquadra (livello 4 del Quadro Europeo della Qualifiche EQF).

 

La norma fornisce inoltre gli elementi per la valutazione e convalida dei risultati dell’apprendimento che, per quanto riguarda la certificazione di conformità alla norma (il cosiddetto “patentino del serramentista”) è in capo agli organismi di certificazione delle persone accreditati ai sensi della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024 nello specifico settore di competenza.

La valutazione per ottenere il patentino deve essere eseguita almeno sulla base del curriculum vitae del candidato, di un esame scritto e/o orale e di una prova pratica in simulazioni di situazioni reali operative (quest’ultima prova solo per i livelli senior e caposquadra).

 

Il campo di applicazione della norma UNI 11673-2 riguarda i serramenti, azionabili manualmente o motorizzati, riportati di seguito: 

  • finestre e porte esterne pedonali considerate nella norma EN 14351-1 comprensive di eventuali componenti aggiuntivi/accessori e materiali e prodotti complementari (escluse le finestre da tetto);

  • porte interne pedonali considerate nella norma EN 14351-2 comprensive di eventuali componenti aggiuntivi/accessori e materiali e prodotti complementari;

  • chiusure oscuranti e altri prodotti considerati nella norma UNI EN 13659 comprensivi di eventuali componenti aggiuntivi/accessori, materiali e prodotti complementari;

  • zanzariere considerate nella norma UNI EN 13561, comprensive di eventuali componenti aggiuntivi/accessori e materiali prodotti e prodotti complementari (nel caso in cui influenzino le caratteristiche prestazionali dei giunti di installazione).

 

La norma UNI 11673-3 riguarda invece i requisiti minimi per l’erogazione dei corsi di istruzione e formazione non formale per i posatori di serramenti. Essa specifica i requisiti per l’erogazione dei corsi di formazione non formale per l’apprendimento delle conoscenze e lo sviluppo delle abilità da parte degli installatori/posatori di serramenti, limitatamente agli indirizzi di specializzazione di “installatore/posatore senior” e di “installatore/posatore caposquadra” come definiti nella norma UNI 11673-2. La norma definisce inoltre i requisiti minimi delle organizzazioni e del personale docente che erogano la formazione non formale agli installatori/posatori di serramenti.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Archivio