UNI 11704, la norma di qualifica del pittore edile

17 Apr 2018

 

L’Ente Italiano di Normazione (UNI) è da qualche anno impegnato nella pubblicazione di norme riguardanti le figure professioni operanti in campo edile la cui professione non è però organizzata in ordini o collegi. Abbiamo così assistito negli ultimi anni alla pubblicazione, solo per citarne alcune, della norma sul posatore di pavimentazioni e rivestimenti di legno (UNI 11556:2014), sull'installatore e manutentore di porte e finestre resistenti al fuoco (UNI 11473-3:2014), sul posatore di rivestimenti resilienti e laminati per pavimentazioni (UNI 11515:2015) e sul posatore di piastrellature ceramiche (UNI 11493-2:2016). La più recente, pubblicata nel marzo 2018, è la norma UNI 11704 “Attività professionali non regolamentate – Pittore edile – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”.

 

Come si evince bene dal titolo, la norma riguarda la figura del pittore, inteso come applicatore di sistemi di verniciatura per l’edilizia e di altri prodotti affini. Dato che questa figura può impiegare tipologie di prodotti molto differenti che necessitano quindi di diverse modalità applicative, la norma individua i compiti del pittore edile e li divide in comuni, cioè quelli che tutti i pittori devono sapere eseguite, e specifici, riguardanti invece solo particolari profili specialistici.

 

A tal proposito, la norma prende in considerazione le seguenti figure professionali:

 

  • decoratore edile;

  • installatore di sistemi di isolamento termico a cappotto;

  • applicatore di sistemi di protezione passiva dal fuoco;

  • applicatore di sistemi/rivestimenti resinosi per pavimentazioni;

  • specialista in interventi di ripristino su opere di calcestruzzo armato;

  • applicatore di sistemi di anticorrosione nell'ambito dell'edilizia.

 

 

È richiesto che per ogni compito il pittore soddisfi i requisiti previsti dall'attività professionale, esplicitati nella norma in termini di conoscenze, abilità e competenze per il profilo comune ed eventualmente per uno o più di quelli specialistici.

La valutazione è eseguita da un Organismo di certificazione delle persone che giudica il candidato sulla base del suo curriculum, di esami scritti ed orali e di una prova pratica al fine del rilascio del Certificato di qualifica del pittore edile (il cosiddetto “patentino del pittore”).

 

È interessante infine notare come se da un lato la certificazione assicura la coerenza con il Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF) tramite l’esplicitazione di un livello di conoscenza, abilità e competenza riconosciuto all'interno di tutta l’Unione Europea, dall'altro la norma richiama esplicitamente la Legge 4 del 14 gennaio 2013 "Disposizioni in materia di professioni non organizzate", chiarendo che la norma UNI 11704 è da ora in poi il riferimento italiano per le competenze del pittore in quanto costituisce i principi e criteri generali per la disciplina dell'esercizio autoregolamentato della singola attività professionale e ne assicura la qualificazione.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per categorie