Posatori di serramenti

Serramentista.png

Il contributo che i sistemi di chiusura dell’involucro edilizio hanno sulle prestazioni dell’intero edificio sono al giorno d’oggi determinanti. Se l’attenzione inizialmente è stata concentrata sulla prestazione termica e sull'isolamento acustico del serramento, oggi l’evoluzione dei prodotti e l’esigenza di sostenibilità complessiva hanno portato a prestazioni sempre più elevate, volte all'ottenimento del migliore confort abitativo e alla riduzione dell’impatto ambientale nell'intero ciclo di vita dell’edificio.

Serramenti sempre più prestazionali richiedono quindi di essere posati in maniera precisa e professionale, prestando particolare attenzione ai giunti di installazione, al fine garantire che le prestazioni dichiarate dal fabbricante del serramento sia effettivamente quelle che si riscontrano in opera.

Per questo motivo negli ultimi anni il quadro normativo italiano è diventato più specialistico e completo con norme come la UNI 11673-1 che definisce le metodologie di verifica dei requisiti dei progetti di posa in opera dei serramenti, fornisce indicazioni di carattere progettuale e descrive le metodologie per la verifica delle prestazioni dei giunti di installazione o la norma UNI 10818 che stabilisce i ruoli e le responsabilità dei diversi operatori coinvolti nel processo (dalla progettazione alla posa).

 

A queste si sono aggiunte, a fine 2019, le parti 2 e 3 della norma UNI 11673:

  • UNI 11673-2 - Posa in opera di serramenti - Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del posatore di serramenti;

  • UNI 11673-3 - Posa in opera di serramenti - Parte 3: Requisiti minimi per l’erogazione di corsi di istruzione e formazione non formale per installatori/posatori di serramenti.

 

e a inizio 2021, la parte 4:

  • UNI 11673-4 - Posa in opera di serramenti - Parte 4: Requisiti e criteri di verifica dell'esecuzione.

 

La certificazione del posatore di serramenti secondo la norma UNI 11673-2 (“patentino”) riguarda il personale che posa finestre e porte pedonali esterne, porte pedonali per interno, chiusure oscuranti e zanzariere, comprensivi di eventuali componenti aggiuntivi, accessori e prodotti complementari.

 

La norma prevede tre livelli di qualifica:

  • installatore/posatore junior (livello EQF2);

  • installatore/posatore senior (livello EQF3);

  • installatore/posatore caposquadra (livello EQF4).

Il patentino risulta un importante valore aggiunto per il professionista che vede riconosciute le proprie competenze in maniera omogenea sia in tutto il territorio nazionale sia a livello europeo, tramite l’esplicitazione sul patentino del livello di qualifica EQF (European Qualification Framework). La certificazione del personale è richiamata dalla Legge n° 4 del 14 gennaio 2013 che promuove la qualificazione dell’attività di persone che esercitano le cosiddette “professioni non organizzate in ordini o collegi” basate sulla conformità alle norme tecniche emanate dall’UNI, l’Ente Italiano di Normazione.

Come si ottiene il patentino?

Il rilascio del patentino avviene a seguito del superamento di un esame.

 

Per accedere all'esame il candidato deve essere in possesso dei seguenti prerequisiti:

POSATORE JUNIOR

avere almeno 6 mesi di esperienza pregressa come posatore di serramenti,

oppure

frequenza di un corso della durata minima di 4 ore su tematiche afferenti alle norme della serie UNI 11673 (parte 1 o 3).

POSATORE SENIOR

avere almeno 12 mesi di esperienza pregressa come posatore di serramenti,

oppure

avere almeno 6 mesi di esperienza pregressa come posatore di serramenti e la frequenza di un corso della durata minima di 4 ore su tematiche afferenti alle norme della serie UNI 11673 (parte 1 o 3).

​POSATORE CAPOSQUADRA

avere almeno 5 anni di esperienza pregressa come posatore di serramenti,

oppure

avere almeno 3 anni di esperienza pregressa come posatore di serramenti e un diploma di istruzione secondaria,

oppure

avere almeno 2,5 anni di esperienza pregressa come posatore di serramenti e la partecipazione a un corso della durata minima di 8 ore su tematiche afferenti alle norme della serie UNI 11673 (parte 1 o 3),

oppure

avere almeno 1,5 anni di esperienza pregressa come posatore di serramenti e un diploma di istruzione secondaria e la partecipazione a un corso della durata minima di 8 ore su tematiche afferenti alle norme della serie UNI 11673 (parte 1 o 3).

 

L’esame è articolato nelle seguenti fasi:

  1. analisi del curriculum vitae del candidato, comprovante la sua esperienza nell'attività di posatore di serramenti;

  2. esame scritto per la valutazione delle conoscenze, tramite prova con domande a risposta chiusa;

  3. prova pratica di posa in simulazioni di situazioni reali operative, riproducendo reali situazioni di fabbricati di nuova edificazione e/o esistenti e/o di sostituzione di serramenti già posati (solo per i livelli senior e caposquadra); esame orale per approfondire il livello delle conoscenze acquisite.

  4. prova pratica aggiuntiva per il livello caposquadra per valutare le competenze e abilità relative all'individuazione di soluzioni progettuali ed esecutive, di materiali e prodotti complementari e delle fasi di lavoro dei diversi operatori; esame orale per approfondire il livello delle conoscenze acquisite.

 

Le prove possono essere svolte presso il centro di esame o la sede del professionista.

 

Il patentino è rilasciato a fronte della norma UNI 11673-2, ha una validità di 4 anni e prevede una verifica documentale annuale in cui si dimostri la continuità lavorativa nel settore, l'aggiornamento professionale e la corretta gestione di eventuali reclami.

Contattateci per avere maggiori informazioni:

Email: ​info@certiscertificazioni.it

Telefono: +39 0362 1791724

SC-01.04 - Schema di certificazione dei posatori di serramenti

Argomenti di esame

Circolare tecnica Accredia DC N° 14/2020 – Accreditamento ISO 17024 ai sensi della norma UNI 11673-2:2019

logo_sociouni_0143_web_Piccolo.jpg

+39 0362 1791724              info@certiscertificazioni.it

Logo Accredia Certis per sito.png